L’aglio nonostante i Greci lo chiamassero “Rosa fetida”, non può mancare dalla nostra cucina, dalla nostra dieta, per le sue indiscusse proprietà terapeutiche e alimentari.

È considerato un punto di riferimento della cucina e della medicina, viste le sue qualità benefiche. Anche gli Ebrei, in viaggio verso la Terra Promessa rimpiangevano l’aglio che avevano gustato in Egitto, tant’è che lo introdussero come condimento.

Gli Egiziani l’hanno utilizzato circa 4000 anni fa. I faraoni preferivano astenersi, ma lo somministravano agli schiavi addetti ai lavori pesanti per aumentare la resistenza fisica. Il grande medico Galeno ci ha tramandato che l’aglio era il toccasana del contadino.
Quando parliamo dell’aglio non ci limitiamo solo ad un semplice alimento, ma parliamo anche di un vero e proprio farmaco naturale. Otre a rappresentare un potente antibatterico naturale, l’aglio aiuta a fluidificare il sangue, contribuisce ad abbassare il colesterolo LDL e la pressione. Pochi ortaggi come l’aglio possono vantare un numero di proprietà alimentari e benefici salutari così alti da farne un vegetale prezioso.
Il beneficio principale è il rafforzamento del sistema immunitario, prevenendo cosi infezioni e malattie. Chi consuma l’aglio è meno soggetto al raffreddore. Ciò che scoraggia l’uso dell’aglio è dato dalle conseguenze negative per l’alito, ma a questo ci sono i rimedi della nonna, che consistono nel masticare lentamente due chicchi di caffè tostato, mangiare una mela, masticare una fogliuzza di prezzemolo o di menta, ingerendo un po’ di succo di limone. Forse il sapore dell’aglio crudo non è piacevole, ma considerati i benefici, ne vale davvero la pena.
Chi vuole adottare un’alimentazione sana dovrebbe includere nella propria dieta un uso regolare dell’aglio, se è possibile crudo. Anche se può essere consumato a qualsiasi ora del giorno, vari studi hanno dimostrato che l’ora ideale per mangiarlo e per sfruttare al massimo tutti i suoi benefici è appena alzati e quindi a stomaco vuoto. Il beneficio principale del mangiare l’aglio a digiuno è il suo potere disintossicante e depurativo, che è in grado di stimolare l’eliminazione delle tossine e dei residui dell’organismo.

Altro che Viagra, usate l’aglio!

Sulle proprietà afrodisiache dell’aglio ha compiuto studi e approfondimenti per oltre un quarto di secolo il napoletano Antonio De Toma: “Basta assumere uno spicchio, o due, per almeno un mese e 12-24 ore prima di avere un rapporto sessuale. Altro che Viagra…”. Inevitabilmente, molte persone hanno contestato l’utilizzo dell’aglio prima dei rapporti sessuali, per via del suo odore poco piacevole, ma De Toma ha spiegato che non c’è nessun problema perchè: “Gli effetti benefici sulle prestazioni sessuali maschili si hanno assumendo l’aglio per via anale. Proprio come con una supposta”. Niente rischio alito cattivo, quindi, anche se scommettiamo che molti uomini rimarrebbero perplessi anche di fronte a questo utilizzo alternativo dell’aglio!”

L’aglio tuttofare
1001 segreti di un ingrediente magico per la salute, la casa, la cucina

Steven Masley (Autore), A. Talò (Traduttore)
Editore: L’Età dell’Acquario (23 gen 2014) 190 pagine

Il libro di Alix Lefief-Delcourt è una piccola enciclopedia dedicata all’aglio e contiene tutto quello che bisogna sapere: la sua storia, le sue varietà (aglio bianco, rosa…), le sue proprietà mediche (contro il mal di testa, le verruche, il diabete, il colesterolo, lo stress, gli stati febbrili, l’ipertensione, la tosse, il raffreddore, la cattiva circolazione…), cosmetiche e disinfettanti, i suoi molteplici impieghi in casa (per la cura delle piante, ad esempio) e in cucina (come dimostrano le numerose ricette presenti nel volume). Il lettore imparerà a sceglierlo e conservarlo al meglio, a coltivarlo sul terrazzo di casa, a minimizzarne alcuni effetti indesiderati, come quelli sul nostro alito…